22-24 agosto: Nanchino

22-24 agosto: Nanchino

Lo spostamento verso l’antica capitale è rapido sul mitico treno Gautier (come dice Elena alla francese), il TGV cinese.

Nanchino è una sorpresa. Il nostro hotel si trova nella via dell’elettronica, il paradiso della contraffazione. Visitiamo il mausoleo di Sun Yat-sen, padre fondatore della Repubblica cinese. Questa volta i gradini sono solo 400, una passeggiata per principianti! Ci rilassiamo nel parco del lago, vera oasi di pace dove tra gli anziani che skatano (per davvero!), improvvisiamo una sessione di yoga (che fricchettone!). Anche il tempio di Confucio illuminato di sera merita una visita.

Voto Nanchino: 7/8

Al momento di lasciare la città, nell’unico spostamento in aereo , si scatena un temporale da sogno che blocca l’aeroporto per due ore. Il personale della Hainan Airlines che ormai ci aveva imbarcate, per placare gli animi cinesi gioca la carta noodles e alle 6 pm ceniamo sull’aereo ferme in mezzo al diluvio.
Risucchiato l’ultimo noodle, improvvisamente arriva l’annuncio che si può decollare. Per non perdere l’attimo, lo stuart passa per il corridoio con una busta della spazzatura dove la gente letteralmente lancia gli avanzi del pasto. E con qualche cintura ancora slacciata, telefoni accesi e sedili reclinati, si parte per Xi’an!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...